La penisola del Sinai

La penisola del Sinai si trova nella parte orientale dell’Egitto, fa parte del territorio e dello Stato egiziano. Per raggiungerla bisogna attraversare il canale di Suez, che fu scavato verso la fine dell’Ottocento e che ha reso la penisola di fatto fisicamente staccata dal resto dell’entroterra egiziano

Iscriviti alla nostra newsletter
La penisola del Sinai

 

La penisola del Sinai e`un paradiso donato da dio per l` Egitto e per il suo popolo come un sito turistico nella prima posizione e ha tantissime attrazioni naturali imperdibili da non perdere, leggete ora l`articolo per scoprire come la penisola del Sinai ha potuto attirare i turistici da ogni angolo del mondo!

 

La posizione e cosa vedere nel Sinai, paradiso sul Mar Rosso

 


La penisola del Sinai si trova nella parte orientale dell’Egitto, fa parte del territorio e dello Stato egiziano. Per raggiungerla bisogna attraversare il canale di Suez, che fu scavato verso la fine dell’Ottocento e che ha reso la penisola di fatto fisicamente staccata dal resto dell’entroterra egiziano. Il canale di Suez è però collegato da un tunnel sotterraneo che facilita il collegamento tra la penisola e il resto dell’Egitto. La penisola del Sinai è delimitata a est dal golfo di Aqaba, a nord dal mare Mediterraneo ed a ovest dal golfo di Suez e dal Canale di Suez.

 

La penisola del Sinai si estende per una lunghezza (da nord a sud) di circa 380 km ed una larghezza (da ovest a est) di circa 210 km, per una superficie complessiva di circa 61.000 km². Le coste si estendono per un tratto molto lungo, raggiungono addirittura la lunghezza totale di circa 600 km. La penisola del Sinai è inoltre un punto strategico molto importante in quanto collega il continente africano e il continente asiatico. 

 

Sinai


Aspro e incantato, il territorio del Sinai è costituito prevalentemente da roccia e sabbia, per un panorama complessivamente desertico che offre al viaggiatore suggestivi paesaggi che sono una bellissima composizione naturale di rocce modellate dal vento, di lande desolate e dell'azzurro intenso delle coste del Mar Rosso, circondate da una delle più ricche barriere coralline del mondo, sia in termini di coralli che di fauna marina.

 

Nonostante le ridotte dimensioni e il territorio prevalentemente desertico il Sinai è vivacemente abitato lungo la costa di Taba e di Arish a nord, mentre lungo la costa meridionale si trovano i centri di Nuweiba, Dahab e Sharm El Sheikh. Non solo rocce, deserti e spiagge, il Sinai è anche particolarmente montuoso, specialmente nel suo entroterra.

 

Nella parte meridionale della penisola si trovano le due cime principali; il monte di Santa Caterina (la più alta montagna in Egitto) ed il monte Sinai, dove, chi conosce la storia del Cristianesimo ricorderà bene, Mosè ricevette i dieci comandamenti. Il Sinai è perfetto se amate le immersioni, fare hiking o trekking e anche per esplorare la storia religiosa, non pochi cristiani infatti si recano in pellegrinaggio a Santa Caterina, il cui monastero è tra i più antichi ancora in funzione e ha una biblioteca annessa, seconda solo a quella del Vaticano. 

 

 

La penisola del Sinai

 

Come arrivare alla penisola del Sinai


Taba e Sharm el Sheikh sono servite da due aeroporti rispettivamente, mentre la città di Nuweiba è provvista di un porto. Le linee di autobus prevedono tratte giornaliere che collegano le principali località balneari con il Cairo, ci sono autobus per Sharm El Sheikh, per Nuweiba e per Dahab.

 

Viaggiare in autobus è molto economico e conveniente, ma considerate che anche se i chilometri da percorrere non sono poi così eccessivi, specialmente all’andata il tragitto è reso più lungo in termini di ore dai molteplici controlli; a Suez prima di attraversare il tunnel e a Sharm El Sheikh vi verrà chiesto di scendere dalla vettura e aprire il vostro zaino per un’ispezione.

 

Questo potrà farvi pensare che il territorio non è sicuro, al contrario: l’esteso numero di controlli garantisce proprio la sicurezza delle località turistiche nel sud del Sinai.
Il canale di Suez

 

 

 

Il canale di Suez

 

Il canale di Suez è stato inaugurato il 17 novembre 1869, è un canale artificiale che rende possibile la navigazione dall'Europa all'Asia, evitando di dover circumnavigare l'Africa. Collega Port Said, città egiziana sul Mediterraneo, a Suez, che invece si trova sul Mar Rosso. Attualmente un solo tunnel collega le due estremità, ma è in progetto la costruzione di altri due tunnel autostradali e di un tunnel ferroviario sotto il canale di Suez. Il progetto include anche la costruzione di nuove strade che renderanno possibile ed efficiente il collegamento delle gallerie sotterranee alla rete stradale già esistente e a quella che si svilupperà in futuro. Una volta completate, queste infrastrutture aiuteranno a risollevare la crescita economica nella penisola del Sinai, sfavorita in passato dalla difficoltà dei trasporti e dei collegamenti. 
 
N.B: Nel caso si desiderasse un trasporto privato per questa destinazione, Memphis Tours può organizzarlo tranquillamente tramite i nostri trasferimenti in Egitto


Se volete cogliere l’occasione per visitare ed esplorare il paradiso del Mar Rosso, consultate i nostri pacchetti di viaggi Egitto a prezzi speciali e potete anche prenotare una crociera Egitto sul Nilo a Luxor ed Assuan. Personalizzate ora!