Blog Memphis Tours

Cosa vedere in Giappone | Una guida da leggere prima di visitare Giappone

cosa vedere in giappone . tokyo . I siti più visitati prima di visitare Giappone . Kyoto . Nara . Hiroshima . natura in giappone .

In Giappone si incontrano origini, tecnologia e modernità. Uno dei paesi più sviluppati al mondo, è la terza più forte economia del mondo, dopo Stati Uniti e Cina. La cultura del Sol Levante si mischia elegantemente con le ultime avanguardie tecnologiche e le opportunità di svago più ricercate.


 

La storia del Giappone

 

In Giappone si incontrano origini, tecnologia e modernità. Uno dei paesi più sviluppati al mondo, è la terza più forte economia del mondo, dopo Stati Uniti e Cina. La cultura del Sol Levante si mischia elegantemente con le ultime avanguardie tecnologiche e le opportunità di svago più ricercate.   

Esistono falsi miti sul Giappone, ad esempio si pensa sia la patria della tecnologia, in realtà questo è vero per le grandi città di Tokyo e Okinawa, vi sono infatti notevoli differenze tra le grandi città e i centri più piccoli, in gran parte del paese rimangono ancora tecnologie attempate che potrebbero deludere il turista in cerca dei gadget di ultima generazione.

 

Molti pensano che i giapponesi non parlino inglese e sia quindi necessario imparare la lingua giapponese prima di pianificare un viaggio in Giappone, sebbene sia sempre utile conoscere qualche parola, nelle zone turistiche troverete facilmente persone che parlano inglese.

Se siete appassionati di anime e vi immaginate il Giappone come in uno dei migliori film di animazione giapponese, attenzione potreste rimanere molto delusi, tra l’altro non tutti i giapponesi sono appassionati del genere, più celebri invece i manga.

 

 

 

Il popolo del Giappone

 

Avete sempre pensato che in Giappone tutti indossano mascherine per via dell’inquinamento? Sbagliato! La ragione è che per la cultura giapponese è considerato maleducato tossire o starnutire in pubblico.

 

Chi non ha mai visto qualche immagine della televisione giapponese? Questi video hanno contribuito a creare l’opinione comune che i giapponesi siano strani o particolarmente eccentrici, si tratta però di programmi comici, pensati appunto per essere esageratamente buffi e far ridere gli spettatori.

 

Il 98,5% degli abitanti del Giappone appartiene al gruppo etnico giapponese. La presenza di Coreani nel paese è molto elevata (0,5%), la maggior parte di loro giunse in Giappone all'inizio del XX secolo. I Cinesi costituiscono lo 0,4% della popolazione e si qualificano come la seconda minoranza etnica più grande del paese, sono concentrati per la maggior parte nelle aree di Osaka, Tokyo e Yokohama.

 

I Filippini sono la terza comunità straniera più grande del Giappone insieme ai Brasiliani, il Giappone è la patria della seconda più grande comunità brasiliana fuori dal Brasile. Parallelamente il Brasile è la patria della più grande comunità giapponese fuori dal Giappone.

 

 

Gli Ainu

 

Infine gli Ainu sono una tribù giapponese etnica aborigena che costituisce una porzione della popolazione autoctona. Vivevano nelle isole Curili, nel Mar del Giappone, ma vennero cacciati dai russi. Nel 1857 l'arcipelago tornò ad essere territorio giapponese, in cambio cedettero alla Russia l'isola di Sachalin. L'Unione Sovietica le riannesse alla fine della Seconda guerra mondiale. Attualmente il Giappone rivendica le quattro isole meridionali che chiama "i territori settentrionali", la questione è molto complicata perchè sono sede di basi navali russe e garantiscono un accesso sicuro all’Oceano Pacifico.

 

La cultura giapponese

 

Il Giappone è stato esposto a grandi cambiamenti nel corso dei secoli. La cultura giapponese originaria, Jōmon, si è mescolata a quella moderna con influenze asiatiche, europee e nordamericane.

Tra gli aspetti culturali in primo piano vi è la calligrafia, un'arte al pari della pittura, con cui scrivere frasi, poesie, storie o anche solo kanji "caratteri han", cioè "caratteri cinesi" o "sinogrammi". Molto praticata è l’Ikebana letteralmente "fiori viventi", ovvero l'arte di disporre i fiori. Questa elegantissima arte riscuote grande successo internazionale perchè incentrata nell'armonia, nel colore e nel ritmo.


L'ukiyo 

 

L'ukiyo-e "immagini del mondo fluttuante" è un genere di stampa, realizzata con blocchi di legno, tipica dell'arte del periodo Edo, ma viene ampiamente utilizzata nel design moderno. La cucina giapponese, sofisticata e raffinata, si è creata nel corso dei secoli assecondando le risorse e le peculiarità ambientali e stagionali. Famosissimi i piatti di riso, il sushi e il sashimi, nati grazie alla facilità di reperire ingredienti freschi. L'alta temperatura e l'umidità favorirono la produzione di alimenti sottaceto, gli tsukemono, e fermentati come il miso e la salsa di soia. Il ramen è invece un adattamento alle cucine straniere.


Le religioni più diffuse sono lo Scintoismo, strettamente legato alla storia del Giappone, basato sul culto degli antenati e della natura e il Buddismo.

 

 

Quando visitare il Giappone?

 

Il periodo migliore per visitare il Giappone è indubbiamente la primavera, la stagione ideale per godere dei famosi ciliegi in fiore che ogni anno affascinano turisti e locali. Altri periodi interessanti sono il Capodanno (1-3 gennaio), la Settimana d’Oro (29 aprile – 6 maggio), la Festa di Obon (11-19 agosto) e la Settimana d’Argento (16-23 settembre).


Se progettate un viaggio in Giappone non perdetevi l’esperienza di rilassarvi negli Onsen, bagni termali presenti in tutto il paese. I più rinomati sono quelli di Kyūshū e Tōhoku, immersi nel verde e nelle montagne. Attenzione per accedervi non è consentito indossare il costume nè avere tatuaggi, i sessi sono separati. Per ovviare a queste restrizioni la maggior parte dei Ryokan, alberghi tradizionali, offrono ai propri clienti stanze con vasche Onsen private.

 

 

 

Le città da visitare in Giappone: Tokyo, Kyoto, Nara

 

Tokyo, la capitale del Giappone, è una delle più importanti città del mondo, in continuo sviluppo ed evoluzione. Particolarmente di nota la sua architettura contemporanea, modello invidiato a livello internazionale. Ad esempio qui si trova la torre indipendente più alta del mondo: il Tokyo Sky Tree.


Kyoto è stata per un lungo periodo la capitale imperiale del Giappone, testimonianza della storia millenaria sono gli oltre mille templi. Ve ne sono di ogni tipo: monumentali, come quello di Kinkaku-ji, interamente ricoperto di foglie d’oro; più tradizionali e minimal, ma non privi di bellezza nella loro semplicità come quello di Shōren-in, realizzato in legno. Quello di Ryōan-ji, è particolarmente meditativo grazie al suo giardino Zen.


A Nara, nel tempio Tōdai-ji, non perdete la statua di Budda in bronzo dorato, alta 15 metri fu inaugurata agli albori dell’impero giapponese.

 


 

 

Cosa sarebbe andare in Giappone senza ammirare la bellezza del Fuji. I 3.776 metri del vulcano sacro vengono scalati ogni anno da centinaia di pellegrini, come da tradizione secolare.


Hiroshima, dopo aver vissuto la tragedia della bomba atomica, 70 anni fa, è oggi  una delle città più moderne dell’intero paese, grazie alla ricostruzione. Vale la pena visitare il Peace Memorial Museum, dove si esplora quanto possano essere crudeli e spietati gli esseri umani.


Vi suggeriamo di viaggiare per il paese in treno, non solo i treni sono efficientissimi e sempre puntuali, ma anche convenienti, poichè potrete acquistare un Rail Pass, offerto dalla Japan railway, ci sono opzioni da 7, 14 e 21 giorni.

 

 

Tour Relativi
Social Media
Contattaci