Blog Memphis Tours

La Pasqua in Egitto e in Italia: diverse tradizioni

le tradizionali pasquali . dove passare la pasqua in italia e in egitto . pasqua in italia e in egitto .

La Pasqua è un evento atteso in tutto il mondo cristiano, non solo per la lieta ricorrenza della resurrezione, ma anche perché preannuncia la primavera dopo il freddo inverno. In questo articolo scopriamo come passare la pasqua in Italia e in Egitto!

 

Il vero significato della pasqua 

 

In tutto il mondo le tradizioni prettamente cristiane si mischiano a quelle più mondane, eco di antichi riti precristiani, nati in onore della floreale stagione primaverile: cacce al tesoro, uova colorate, conigli di cioccolato, tutto simboleggia la rinascita caratteristica della stagione. Non fanno eccezione ai festeggiamenti in Egitto e Italia, ma ciascun paese festeggia in modo diverso, così vediamo insieme più nel dettaglio le tradizioni dei due paesi.

 

Forse non ci avete mai pensato, ma anche in Egitto si festeggia la Pasqua, le celebrazioni non sono solo religiose, della tradizione cristiana copta, il paese degli antichi egizi ospita quasi in contemporanea una ricorrenza dedicata alla primavera, si chiama Sham el-Nessim, e proprio in questa antica tradizione sembrerebbe si ritrovino le radici della Pasqua cristiana attuale.

 

 

Le tradizioni della pasqua in Egitto

 

La pasqua in Egitto è una tradizione millenaria se si pensa che già gli antichi egizi avevano il costume di fare delle offerte alle loro divinità in questo periodo; avevano l’abitudine di offrire in sacrificio alle loro divinità del pesce salato, della lattuga o delle cipolle durante la festa di primavera, conosciuta nell’antica cultura egizia come Shemu. In seguito alla cristianizzazione dell’Egitto, vista la quasi concomitanza, la festa fu associata alla Pasqua, semplicemente perché ricorreva anch’essa in primavera. Con la conquista islamica dell'Egitto, la festa fu poi stabilita il lunedì di Pasqua. Il termine Shemu è stato poi adattato all’arabo come Sham el-Nessim, ovvero "Odore negli zefiri".

 

La settimana santa è la settimana che precede la Pasqua e il venerdì santo è il giorno in cui si ricorda la morte di gesù. Prima della Pasqua, che è sempre compresa tra il 22 marzo e il 25 aprile, per la domenica delle palme si possono notare per le strade della città una moltitudine di fedeli che sfoggiano bellissime palme intrecciate con grande maestria. In Italia sono più comuni i ramoscelli di ulivo, ma il principio è lo stesso, ricordare l’ingresso di Cristo a Gerusalemme e onorare la pace. 

 

 

 

La differenza della pasqua in Italia e Egitto

 

Un’altra sostanziale differenza tra la tradizione cattolica italiana e quella copta egiziana sta nel periodo della Quaresima, mentre il digiuno in Italia viene osservato unicamente durante i venerdì e prevede che i fedeli si astengano unicamente dal consumo della carne, ad esempio per loro è concesso mangiare il pesce, in Egitto i cristiani osservano il digiuno per tutta la durata della Quaresima e non consumano nessun alimento di origine animale, questo periodo infatti è perfetto da trascorrere in Egitto se siete vegani, troverete molte opzioni siami (da Siam, ovvero digiuno) per la cui preparazione non viene usato alcun ingrediente di origine animale.

 

 

Cosa fare nella pasqua in Italia e in Egitto?

 

Le celebrazioni della Pasqua Copta cominciano la sera del sabato con una cerimonia che comprende la lettura del salmo, il canto degli inni sacri e l’infusione dell’incenso. Anche in Italia spesso le chiese suonano le campane a festa il sabato sera per annunciare e celebrare la resurrezione di gesù. Durante la cerimonia tutte le luci vengono spente e riaccese solo nel momento in cui si rievoca la resurrezione. Proprio come in Italia, la domenica di Pasqua i fedeli si recano in chiesa, ma in Egitto approfittano di questo giorno sacro anche come occasione per visitare i parenti, scambiarsi regali e organizzare picnic all’aria aperta nei parchi più belli della città, che si riempiono di festa in questo periodo. 

 


La festa di Sham el-Nessim ricorre sempre in seguito alla Pasqua ortodossa, di lunedì, quella che in Italia sarebbe la Pasquetta, ed è celebrata indifferentemente sia dai cristiani che dai musulmani come festa nazionale laica, anziché come festa religiosa. I cibi tradizionali per questa festa comprendono il fesikh (muggine fermentato) che non può assolutamente mancare, le uova sode, la lattuga e la malana, un ortaggio a foglie verdi.

 

 

Cosa mangiano gli egiziani e gli italiani nella pasqua?

 

Il fesikh è per la precisione il muggine grigio salato, essiccato e fermentato conservato sottaceto. Viene da sempre consumato dagli egiziani in segno di buon auspicio, è inoltre simbolo di fertilità, si crede infatti che questa venga favorita dal suo consumo. Nell’antichità offrire questo pesce alle divinità, secondo la tradizione, avrebbe garantito un buon raccolto.

Il processo di preparazione del fesikh è piuttosto elaborato, e nelle famiglie in cui è tradizione prepararlo si tramanda di padre in figlio. Questa tradizione però si sta un po’ perdendo, e molte persone hanno cominciato ad usare la carne di pesce bianco, sia a causa del forte odore emanato da quello grigio, che non tutti amano, sia come alternativa considerata più moderna.

 


Mentre da noi si mangiano le uova di cioccolato, un must in ogni famiglia italiana, in Egitto le immancabili uova sode vengono dipinte con le tempere e fatte asciugare al sole prima di essere mangiate. Alcune sono dei veri e propri capolavori. Mentre in Italia è un’abitudine meno diffusa, più recente e più di nicchia, la colorazione delle uova è rimasta una tradizione pasquale molto comune, in Egitto così come nel resto del mondo ovviamente.

 

 

Come festeggiate di solito la Pasqua?

 

Come festeggiate di solito la Pasqua? Che progetti avete per questa Pasqua 2020? Si dice “Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi”, potremmo aggiungere anche “dove vuoi” al famoso detto. Che ne pensate di una Pasqua in Egitto, per un anticipo di caldo primaverile e per provare le tradizioni pasquali egiziane su una spiaggia del Mar Rosso o con vista piramidi? Affidatevi a Memphis tour per scoprirle tutte le migliori offerte, le sorprese che vi riserviamo sono davvero speciali, per tutte le esigenze! Per la prossima Pasqua regalatevi il viaggio che avete tanto sognato, pensato per voi. Non perdete tempo! I nostri pacchetti comprendono Il Cairo, Luxor e Assuan da 6 giorni/5 notti fino ai 12 giorni/11 notti per il pacchetto Il Cairo, Crociera sul Nilo e Marsa Alam.

 

Dopo aver conosciuto come passare la pasqua in Italia e in Egitto, date un`occhiata ora alle nostre offerte per visitare l`Egitto pasqua 2020 e per sapere la differenza della pasqua in italia e in Egitto secondo le tradizioni!

 

Tour Relativi
Social Media