03 Nov

Il Gran Egyption Museum | il Gran Museo Egizio

Il gran egyption museum . Gran egyption museum opening . monumenti egizi antichi . cairo . luxor . aswan .

Il Grand Egyptian Museum (GEM), noto anche come Giza Museum, sorgerà al Cairo nei pressi della Necropoli di Giza, si tratta di un progetto ambizioso finanziato dall'Unione Europea con il supporto delle più importanti istituzioni. Pare sarà il museo archeologico più grande del mondo, la scadenza prevista per l’inaugurazione è nel 2020.

"Il Grand Egyptian Museum"

 

Il Grand Egyptian Museum (GEM), noto anche come Giza Museum, sorgerà al Cairo nei pressi della Necropoli di Giza, si tratta di un progetto ambizioso finanziato dall'Unione Europea con il supporto delle più importanti istituzioni. Pare sarà il museo archeologico più grande del mondo, la scadenza prevista per l’inaugurazione è nel 2020.
Il progetto dell'edificio è stato deciso in seguito a un concorso di architettura, annunciato il 7 gennaio 2002 e conclusosi il 2 giugno 2003, vinto da Heneghan Peng, di Dublino. Il 2 febbraio 2010, il Ministero della Cultura egiziano ha firmato un contratto con Hill International e l'EHAF Consulting Engineers, per fornire servizi di project management durante la progettazione e la costruzione del museo.

L`edificio e la struttura del Gran Egyption Museum

 

La prima pietra del Grand Egyptian Museum è stata posta il 5 gennaio 2002 e il 25 agosto 2006 la Statua di Ramses II è stata spostata da Piazza Ramses al Cairo all'altopiano di Giza, in previsione della costruzione del museo, è stata poi in seguito trasferita all'ingresso del museo nel gennaio 2018. Nel 2007, il museo ha ottenuto un prestito di 300 milioni di dollari dalla Japan Bank for International Cooperation. Nel 2015 il ministro Mamdouh al-Damaty annunciò che il museo sarebbe stato aperto parzialmente a maggio 2018, ma il 29 aprile 2018 è scoppiato un incendio vicino all'ingresso del GEM, i manufatti non sono stati danneggiati ma le cause dell'incendio sono sconosciute. Nel maggio 2018, l'ultimo dei carri del faraone Tutakhamun è stato trasferito al GEM.

 

L'edificio a forma di triangolo smussato è sito a due chilometri a ovest delle piramidi di Giza, vicino a uno svincolo autostradale. Le pareti nord e sud dell'edificio sono allineate con la Piramide di Cheope e la Piramide di Micerino. Di fronte all'edificio una grande piazza ospita una serie di alberi di dattero. Una delle caratteristiche principali del museo è la facciata anteriore dell’edificio, che consiste in un muro di pietra traslucido, realizzato in alabastro. All'interno dell'ingresso principale è posto un grande atrio.

 

Date un `occhiata alle nostre offerte Egitto esclusive per visitare il paese più storico ed antico nel mondo, controllate i nostri diversi pacchetti per visitare le piramidi e la sfinge più una visita a Luxor ed Assuan con una crociera sul Nilo.

Cosa trovare dentro il Gran Egyption Museum

 

Tra i reperti che verranno mostrati al museo vi sono: la collezione completa della tomba di Tutankhamon, 5000 manufatti trasferiti dal Museo Egizio del Cairo, ed altri ancora da Luxor, Minya, Sohag, Assiut, Beni Suef, Fayoum, Delta e Alessandria.

Tra le istituzioni che collaborano alla realizzazione di questa grande opera vi sono esponenti illustri nella storia dell’egittologia: il Museo Egizio di Torino, il Louvre di Parigi, l’Ägyptisches Museum und Papyrussammlung di Berlino e il Rijksmuseum van Oudheden di Leida fanno parte della lega dei musei che partecipano al progetto. 

L’enorme complesso, situato non solo a pochi chilometri dalle piramidi di Giza ma anche dall’aeroporto del Cairo, sarà fornito di 28 negozi, dieci ristoranti, un centro congressi e un cinema. Il progetto promette inoltre di rilanciare il paese e far tornare l’Egitto una destinazione culturale dal fascino intramontabile.

Il centro archeologico più grande del mondo

 

Il progetto, sotto il nome di “Transforming the Egyptian Museum of Cairo” propone di dare vita al centro archeologico più grande del mondo. La realizzazione del nuovo museo era stata annunciata già tanto tempo fa, addirittura se ne è iniziato a parlare dal 1992. Inizialmente, il Grand Egyptian Museum avrebbe dovuto vedere la luce nel 2011. Numerosi sono però stati nel corso degli anni gli ostacoli che hanno portato la data di inaugurazione a slittare, più e più volte. 


Ma, ora finalmente, pare che l’ultimo annuncio sia definitivo, e il termine dei lavori, precedentemente previsto per il 2018, pare sia fissato al 2020. Il progetto finale rimane straordinario, sarà quindi un enorme complesso di 490.000 mq, un luogo pensato per l’“edu-tainment” (educazione e intrattenimento). Il costo complessivo invece, ammonta a un miliardo di dollari. Un investimento ingente ma che si spera efficace per rilanciare il paese dopo instabilità politica ed economica, tornando ad ospitare flussi di turisti stranieri.

La storia egizia faraonica in un`unico posto

 

Tutte le voci assicurano che il Grand Egyptian Museum del Cairo sarà il museo egizio più grande e più spettacolare del mondo, con reperti mai esposti prima d’ora. Sembrerebbe che andrà a sostituire il Museo Egiziano delle Antichità, ubicato in piazza Tahrir. 


I visitatori che vi entreranno – accolti dagli 11 metri della statua di Ramsete II – potranno ammirare decine di migliaia di reperti della cultura egizia, che vanno dal periodo faraonico e fino a quello greco-romano. Tutt’attorno, dalle grandi vetrate si potrà godere della vista sulle piramidi poco lontane. Ma a rendere questo museo un luogo unico al mondo saranno soprattutto i reperti mai esposti prima d’ora. Gli elementi della collezione trasferiti al nuovo museo, ad oggi, sono circa 42.000 (100.000 totali). Come detto l’apertura avverrà nel 2020, ma sarà solo parziale, in quanto per il completamento dell’opera bisognerà attendere il 2022.

Non ci saranno solamente i reperti archeologici al Grand Egyptian Museum. Il progetto vuole essere innovativo e onnicomprensivo, nonchè offrire ai visitatori un’esperienza a tutto tondo. Il museo sarà corredato di un allestimento museografico all’avanguardia, un centro conferenze di oltre 130.000 metri quadrati, numerosi laboratori di restauro, un “museo nel museo” pensato per i più piccini, una biblioteca, un’esposizione dedicata ai visitatori diversamente abili, negozi, ristoranti, un gigantesco spazio all'aperto.

Il costo del Gran Egyption museum

 

Come abbiamo visto non saranno solamente le dimensioni di questo museo d’avanguardia a essere faraoniche: il costo del Grand Egyptian Museum si aggira intorno al miliardo di euro, e sarà in parte coperto dalla precedentemente citata Japan International Cooperation Agency. Il Direttore Tarek Tawfik ha fatto sapere che i visitatori attesi si aggirano attorno ai 15.000 al giorno. Un numero, questo, che dovrebbe consentire al museo di ricoprire i costi dell’investimento in tempi relativamente brevi.

 

In conclusione, solamente per la curiosita`di scoprire i segreti della storia della madre del mondo ( Egitto ), vi chiediamo gentilmente di cogliere il momento giusto per prenotare un viaggio in Egitto tramite il link seguente :

https://italiano.memphistours.com/Egitto/Pacchetti-Viaggi

La nostra storia
Memphis Tours è nata come un business di famiglia nel 1955. La compagnia è stata pioniera nel settore del turismo in Egitto, affermandosi come una delle principali nell’organizzazione di escursioni sulle coste, comprese crociere come P&O Cruises, Princess Cruises e British, French & American navies dal 1955 alla fine del 1996
Attualmente stiamo espandendo i nostri servizi in nuove destinazioni come l’India, la Giordania, Dubai, l’Oman, la Turchia, il Marocco, la Grecia, la Spagna, il Libano e l’Africa. Il nostro staff è costituito da più di 300 persone – numero in crescita ogni anno – di culture, esperienze e genere diversi. Il loro servizio, di cui beneficiano più di 20.000 ospiti di Memphis Tours provenienti da tutto il mondo è di notevole qualità e si basa sull’attenzione ai dettagli.
Viaggio su Pinterest
Contattaci