Il Cairo | La Capitale dell'Egitto

Il Cairo | La Capitale dell'Egitto

Il Cairo, capitale d'Egitto, significa La soggiogatrice, è stato dato alla città dai Fatimidi. È la capitale d'Egitto e la città più popolosa e del governatorato omonimo. È anche la città più grande dell'intera Africa e del Vicino Oriente e la tredicesima metropoli di popolazione al mondo.

 

Il Cairo: 

Significa La soggiogatrice, è stato dato alla città dai Fatimidi. È la capitale d'Egitto e la città più popolosa e del governatorato omonimo. È anche la città più grande dell'intera Africa e del Vicino Oriente e la tredicesima metropoli di popolazione al mondo.

 

Posizione:

Si trova sulla riva e sull'isola del Nilo, nel nord dell'Egitto, immediatamente a sud del punto in cui il fiume abbandona il corso del deserto e si rompe in due rami di Rosetta e Damietta che formano la regione del delta.

 

Storia ed importanza:

Fondata in epoca faraonica con il nome di Heliopolis, questa metropoli nei secoli, testimonianze e retaggi delle culture e delle religioni più diverse. Oltre all’area di Giza e delle piramidi alla periferia della città, il miglior punto di partenza per una visita che voglia ripercorrerne la storia in ordine cronologico è sicuramente il Museo Egizio, dove è custodita una quantità impressionante di testimonianze, reperti e vestigia della civiltà egiziana.

Il più ammirato è sicuramente l’eccezionale tesoro trovato nella tomba di Tutankhamon, che comprende manufatti di valore inestimabile, come la maschera d’oro del faraone, un gioiello dotato di una forza quasi magnetica di attrazione, capace di distogliere lo sguardo del visitatore da ogni altro oggetto esposto. Altrettanto affascinanti le statue di Rahotepe Nofret, che colpiscono per la vivacità dei colori originali, o le maestose e inquietanti statue del faraone Akhenaton. Recentemente è stata adibita una nuova sezione dedicata al centenario dell’inaugurazione del museo.

L’accesso in alcune aree implica il pagamento di costi supplementari rispetto al costo del biglietto di accesso. Almeno tre aree della città meritano assolutamente una visita: la Città Vecchia, dove sorgeva la città fortificata romano-bizantina di Babilonia, sede di innumerevoli edifici di carattere religioso che testimoniano la grande varietà di culti che hanno attraversato la storia egiziana. Fra questi, la Chiesa Sospesa "El-Moallaqa", la Sinagoga di Ben Ezra e la moschea di Amr Ibn El-As, la più antica di tutto l’Egitto.

Di grande interesse anche il museo dedicato alla religione e alla civiltà copta, una variante del Cristianesimo diffusa in Egitto e in Etiopia; la zona della Cittadella, edificata nel 1176 dal celebre Saladino e sede di numerose moschee, fra cui la Moschea di Mohammad Alì detta anche Alabastro, e infine l’antica Città Islamica dove hanno sede la celebre moschea di El-Azhar con annessa l’Università dedicata agli studi islamici e la moschea Qalaun, una delle più amate e frequentate dagli abitanti del Cairo.

Imperdibile una puntata al bazar di Khan El Khalili dove, in un’atmosfera impregnata di aromi orientali, è possibile trovare ogni tipo di merci: da stoffe multicolori a riproduzioni di reperti del periodo faraonico, da oggetti in vetro a essenze e profumi custoditi in eleganti boccette.

 

Come Arrivare:

Ci sono tanti voli ogni giorno da ed all'aeroporto internazionale del Cairo con i suoi 2 terminal. Le linee aeree nazionali "Egypt Air" organizza voli domestici a tutti gli aeroporti in Egitto come: Alessandria - Luxor - Aswan - Abu Simbel - Valle Nuova - Marsa Alam - Hurghada.

    Trip Advisor
    Invia Richiesta
    CAPTCHA
    Review Center